Come Raccontare una Storia Efficace: esempi pratici

Raccontare una storia efficace può tranquillamente essere inserita nella lista delle abilità più importanti del 2019.

I social media, luogo in cui la maggior parte di noi spende ormai gran parte del suo tempo (che lo vogliamo ammettere o no), hanno una logica comunicativa tutta loro.

Ciò che va bene in una conversazione reale non va bene in una chat, ciò che va bene in una pubblicità in tv non va bene in una pubblicità online.

Dopo miriadi di tecniche diverse, gli utenti stanno però cercando un contatto più umano con i bran su internet.

Nei dieci anni che ci precedono sono state utilizzate tutte le tattiche possibili per massimizzare la conversione e gli acquisti.

Alcune di queste non sono proprio in linea con il senso etico comune.

Che vuol dire?

C’è stata una freddezza di obiettivi e mezzi che ha portato chi lavorava sul web a pensare solo a portare a casa più soldi.

Ovviamente, chi è sopravvissuto a quest’epoca è chi ha saputo creare degli asset tangibili e un rapporto di fiducia con i propri clienti/utenti, mettendo al primo posto la loro soddisfazione e la generazione di valore duraturo.

Questa premessa è fondamentale per saper raccontare una storia efficace.

Ti ho spiegato il perché questa capacità sia così importante.

Pensaci: quand’è che ti senti veramente spinto a fare un’azione?

Quand’è che ti senti veramente spinto a comprare qualcosa, a iscriverti ad una mailing list, a sottoscrivere un abbonamento?

Quando non ti senti solo un cliente, ma ti percepisci come parte integrante di un movimento.

Il segreto per riuscire a raccontare una storia efficace

Non è una tecnica.

Non è un processo meccanico che ti porta dal non saperlo fare ad essere un maestro.

Ci sono dei passaggi definiti o un regolamento? Neanche.

Per raccontare una storia efficace hai bisogno di allenamento, tanto allenamento.

Devi appassionarti al processo di approfondimento delle meccaniche sociali-psicologiche che portano le persone a compiere un’azione.

E non preoccuparti: non è un reato.

Essere consapevoli di quello che pensa la gente non vuol dire essere un calcolatore o un manipolatore.

Al contrario, questo ti aiuterà a pensare molto di più prima di dire qualcosa e di agire in un determinato modo, perché saprai già le conseguenze che quest’azione porterà.

Raccontare una storia efficace: le emozioni

raccontare una storia efficace: emozioni

Il libro che sto leggendo ora fornisce degli spunti interessanti in questo senso.

Ti riporto qui un pensiero che mi ha colpito e condivido a pieno:

Our emotions are instrumental in our decision making and our actions.
We are moved to action only by emotion. Action is emotion.

Mark Manson – “Everything Is F*cked”

Qual è allora la chiave per spingere all’azione, e meglio ancora ad un’azione precisa?

Suscitare un’emozione.

Un’emozione specifica anzi.

L’unico modo che abbiamo per suscitare un’emozione specifica è studiare quello che andiamo a raccontare, studiare le persone che ascoltano quel tipo di storia.

La prima cosa da fare è trovare persone o entità che già raccontano come vorresti fare tu.

Nota bene: questa guida è applicabile in tanti svariati ambiti.

Non ti sto dicendo solo come scrivere qualcosa, ti sto spiegando le logiche con cui costruire il messaggio che vuoi veicolare tramite la tua ad, il tuo video, il tuo podcast, la tua email o qualsiasi altra forma di comunicazione tu stia per utilizzare.

Quindi non farti fermare dal generalità di questi consigli, perché la loro forza sta proprio nel poterli applicare ovunque.

Una volta trovate le giuste informazioni sul pubblico e sulle circostanze della storia da raccontare, puoi concentrarti sullo stimolo dell’emozione collegata.

Ci sarà tutto un tipo di comunicazione relativa a quel campo emotivo.

Un determinato stile di immagini, un linguaggio appropriato, una forma adatta.

L’importanza del contesto

L’efficacia di una storia non è dettata, contrariamente a quanto potrai pensare, solo dalla storia stessa.

Il contesto in cui viene trasmessa può alterarne completamente il valore.

Se parlo delle caratteristiche di un paio di sci all’avanguardia su una pagina Instagram di stile femminile, risulterò fuori luogo per il 99% dei follower.

Se invece la racconto in una pagina su cui mando traffico da una sponsorizzazione con target appassionato agli sport di montagna, la mia storia potrebbe valere migliaia di euro.

Crea il contesto giusto, trova il tuo stile comunicativo, stimola le giuste emozioni e sarai già a buon punto.

In questa sezione inserisco anche un altro consiglio.

La scelta del contesto include anche la piattaforma dove andrai a raccontare una storia efficace.

Questo non vuol dire che non potrai raccontarla su più canali diversa, sia facendo cross-promotion (sponsorizzando il contenuto principale su altri canali), sia creando una struttura ottimizzata.

Cosa intendo?

Non è detto che devi raccontare la tua storia in un solo luogo.

Potresti anche creare un articolo su un blog, mandarci del traffico tramite un’ad (altro contenuto, minore), raccogliere degli indirizzi email, continuare la conversazione tramite una sequenza di mail, linkare un video o una live nell’ultimo messaggio.

Come vedi non hai riproposto lo stesso pezzo in posti diversi, hai costruito più pezzi adeguati al contesto e li hai messi in sequenza, creando una comunicazione migliore.

Continua a raccontare e sperimenta

Il tuo primo contenuto non andrà virale.

Non farà esplodere la tua figura e probabilmente non sarà visto da tantissime persone.

Questo non deve fermare la tua voglia di esprimerti e di farlo in maniera efficace.

Perché quello che ti farà rendere conto degli errori che commetti, quello che ti farà sperimentare tecniche diverse, che ti renderà capace di entrare sempre di più in contatto con chi ti ascolta, è la pratica costante.

Solo raccontando ogni giorno, in modi diversi, sperimentando e trovando ciò che più ti si addice, riuscirai a diventare davvero bravo in questo.

raccontare una storia efficace: messaggio al mondo

Il consiglio più pratico e l’investimento che ti potrà ripagare di più in futuro, specialmente se ami scrivere, è di creare il tuo blog.

Nella guida che ti sto linkando ho inserito un paio di strategie e risorse pratiche e utili per avviarlo oggi stesso.

Se i tuoi contenuti si posizioneranno saranno a disposizione degli utenti del web che ogni giorno cercano informazioni relative a quello di cui tu scrivi.

Non è fantastico?

Ci sono, comunque, tante altre cose che puoi fare per iniziare subito a raccontare una storia efficace: avviare un canale YouTube o curare la crescita delle tue pagine social.

Combina queste attività e ti costruirai una presenza solida online che ti farà riconoscere come un esperto del tuo campo.

A quel punto le storie che racconterai avranno un impatto vero su migliaia o, chissà, milioni di persone.

L’articolo finisce qui.

Grazie per essere arrivato fino in fondo e se ti è piaciuto quello che hai letto condividi il post su Facebook spiegando come racconterai la tua storia efficacemente.

Alla prossima,

Vittorio